Palazzo Dosi

Dettaglio e caratteristiche del palazzo.

Palazzo Dosi

Fondazione Varrone

Piazza Vittorio Emanuele II

La costruzione del palazzo, che inglobò nel corso del XVII secolo l’antica residenza della famiglia Montegambaro acquisita al tempo dai marchesi Vicentini. Il piano terreno si sviluppa intorno al portale d’accesso, impaginato da due solide colonne che sostengono una piccola loggia. Si accede ad un delizioso chiostrino ellittico, dal caratteristico acciottolato in pietre di fiume, su cui affacciano le balconate dei due piani dell’edificio e le finestre del sottotetto mansardato. Una nicchia al centro della balconata del primo piano custodisce la statua bronzea di Santa Barbara patrona di Rieti, realizzata dallo scultore Ernesto Trolli, mentre in asse con questa al piano superiore è inclusa una meridiana. Le cinque finestre del piano nobile sono sovrastate da un timpano a spioventi: sulla finestra centrale s’erge lo stemma dei Dosi Delfini, estintasi di recente.

Galleria Fotografica

Dove siamo

Palazzo Dosi - Piazza Vittorio Emanuele II

Il palazzo ha partecipato alle seguenti edizioni:

Roma (Palazzo Altieri) in: Piazza del Gesù, 49 - 00186

Tel. +39-06-67671 | Fax +39-06-6767457

Email: abi@abi.it | Pec: abi@pec.abi.it

Copyright ABI Associazione Bancaria Italiana 2012 - Tutti i diritti riservati.